HomeMONOGRAFIEMD.DESCRIZIONEMD09. COLLEZIONI

MD09. COLLEZIONI

 

 

 

 

In SBN la collezione non è considerata area a se stante, ma è occasione di un legame.

 

Dovendo infatti trattare un’opera all’interno di una collezione, dopo averla catalogata interamente, eventualmente a più livelli se l’opera consta di più volumi, si effettua un legame (natura M, Codice l) con il titolo della collezione (Natura C).

 

Se l'opera è in più volumi, potrà essere effettuato uno o più legami a seconda che l'editore abbia dato un numero di collezione unico per l'intera pubblicazione, o tanti numeri quanti solo i volumi che la compongono (v. par. MD09.1.1.).

 

Si passa poi a descrivere il titolo della collezione (natura C).

 

Per collezione (o collana o serie) si intende un insieme, identificato da un proprio titolo, di pubblicazioni indipendenti (per lo più monografiche, ma anche seriali), edite di solito in tempi successivi, dallo stesso editore, con caratteristiche materiali omogenee ed affinità di genere.

 

Sono comprese anche le collezioni in cui le unità costituiscono un insieme predeterminato nel numero (p.es. collane editoriali con un numero di volumi prefissato o un “piano dell’opera”) o nel contenuto (p.es. collane in cui ciascun volume è dedicato a una delle regioni italiane o a uno Stato europeo, o collane dedicate alle opere complete di un autore), se le unità componenti costituiscono monografie autonome, che si presentano come pubblicazioni indipendenti.

 

Le collezioni possono avere suddivisioni (sezioni e sottocollezioni).

 

Si parla di collezione con sezioni quando il titolo comune a tutte le sezioni non si presenta mai autonomamente, ma solo insieme al titolo o alla designazione di una di esse.

 

Si parla di sottocollezione quando si presenta sia autonomamente (ossia se vi sono pubblicazioni che appartengono alla collezione ma non alla sottocollezione), sia insieme al titolo o alla designazione di una sottocollezione.

 

Ma per brevità si individuerà da qui in avanti genericamente come sottocollezione l’insieme della parte comune e della sua suddivisione.

 

 

In sede di collegamento della notizia con la collezione, se la collezione è numerata, ricordare di inserire il dato sulla posizione che ha il titolo nei confronti della collezione, cioè il suo numero di sequenza che va dato in numeri arabi, semplicemente senza altra indicazione di volume o altro (es. 20   50   212/214 [quest’ultima forma se l’editore ha assegnato più numeri ad un unico volume]).

 

Numerazioni subordinate l’una all’altra si separano con un punto (senza spazi, es. 4.2).

 

In caso di numerazione errata, si riporta la numerazione giusta e in nota al volume si indica quello errato (ad es. Numero di collezione in copertina erroneamente 5).

 

Altrettanto se nella pubblicazione non compare il numero di sequenza ma è deducibile: in  sede di legame si mette il numero che risulta corretto nella sequenza, e si dà notizia in nota dell’operazione fatta.

 

 

Le collezioni rientrano fra le pubblicazioni in serie. Pertanto la loro descrizione si troverà nel modulo delle pubblicazioni in serie al par. SC1. e seguenti.

 

Qui viene esposta unicamente la casistica dei collegamenti fra monografie e collezioni e fra collezioni e sottocollezioni.

 

Se il titolo della collezione a cui una pubblicazione appartiene non vi compare, ma risulta con certezza da fonti esterne o comunque non prescritte, o ad es. dall’elenco dei titoli di collezione in un volume successivo, il legame si effettua ugualmente, indicando in nota l’omissione del titolo della collana (v. par. SC2.05.1.8. del modulo delle pubblicazioni in serie).

Indice dei paragrafi

Copyright © CILEA 2009 Home