HomeMONOGRAFIEMD.DESCRIZIONEMD08. CATALOGAZIONE A LIVELLI

MD08. CATALOGAZIONE A LIVELLI

 

 

 

 

La catalogazione a livelli rientra nel più vasto argomento delle Risorse monografiche in più unità che sono state trattate in varie parti di questo manuale, ad es. all'interno del par. MD06.4.3. e, per le unità costituite da materiali su sopporti o formati diversi, al par. MD10.4.

In tali paragrafi sono state esaminate particolareggiatamente le risorse dello stesso tipo, o costituite da materiali diversi, e le varie ipotesi di catalogazione unitaria, o con allegati, o addirittura a livelli, e il riferimento alla catalogazione a livelli in questi paragrafi ricorre più volte, per cui qui è opportuno concentrare l'attenzione prevalentemente sulla catalogazione a livelli, a cui fanno seguito due paragrafi, uno sulle risorse che escono a fascicoli, e uno sulle risorse ad aggiornamento integrato.

 

 

 

La catalogazione è riservata alle risorse in più volumi.

 

 

Il trattamento varia a seconda che i singoli volumi abbiano titoli particolari significativi o no.

 

 

Per la casistica dei collegamenti con i nomi degli autori v. par. MS01.1.2., MS01.3.1., MS02.1.2.

 

 

Se una risorsa concepita per essere composta di più unità, e quindi con l'aggiunta dell'indicazione di una partizione, si ferma dopo l'uscita del primo volume, viene catalogata come volume singolo con titolo dipendente (per la descrizione con titolo comune e titolo dipendente, v. par. MD02.3.13. )

 

 

Se una risorsa concepita per essere composta di più unità, dopo un certo numero di volumi cessa la pubblicazione, la descrizione deve essere chiusa. Nell'area della pubblicazione si provvederà ad aggiungere la data finale. Nell'area della descrizione materiale dovrà essere indicato il numero effettivo delle unità pubblicate e in nota si darà l'indicazione dell'interruzione della notizia.

 

Se ad una risorsa concepita come notizia singola in un secondo tempo si aggiunge uno o più volumi, v. la casistica al par. MD08.5.

 

Non si catalogano con descrizione a livelli risorse distinte che vengono diffuse o commercializzate insieme alla risorsa principale (v. par. MD10.3.a).

 

 

Non si catalogano con descrizioni a livelli anche risorse autonome racchiuse in un Contenitore (contenitore muto o anche con titolo) che possono avere anche diffusione autonoma (v. par. MD10.3.b).

 

In questo caso in calce alle notizie relative a ciascuna risorsa si metterà la nota: “pubblicato anche in custodia (titolo: …….) con …”, e dal titolo della custodia si farà un legame M8D con il titolo di ciascuna risorsa.

 

Tuttavia se il contenitore ha un titolo, in casi particolari si può preferire una catalogazione a livelli, particolarmente se il Contenitore ha un ISBN di cofanetto e magari un prezzo unico  (v.a. par. MD10.3.b). Per il problema dei Contenitori, v. a. il par. riassuntivo MD10.5.

 

 

Non si catalogano a livelli risorse che sono collegate a collezioni diverse.

 

 

Possono non essere catalogate a livelli le risorse costituite da più unità edite insieme contemporaneamente per le quali si può descrivere il livello generale chiuso senza descrivere le singole unità, aggiungendo a ciascuna componente la relativa estensione fra parentesi tonde (v. par. MD06.4.3.2.). Si deve comunque descrivere il livello generale chiuso in caso di registrazioni sonore se le singole unità non hanno titolo significativo.

 

 

 

Infine possono essere catalogate come collezioni le opere complete di un autore quando la quantità di notizie è particolarmente ampia, e renderebbe molto pesante in SBN una impostazione come monografia superiore   (v. par. SC1.)

 

 

Quanto al contenuti possono essere catalogate a livelli:

 

Parti di un’opera con titolo comune che figura nella descrizione d’insieme e con titoli significativi per ogni parte o partizioni alfabetiche, cronologiche etc.

 

Una o più opere contenute in raccolte in più volumi con o senza titolo d’insieme.

 

Espressioni diverse di una stessa opera, ad es. un dizionario a stampa e su CD-ROM o un DVD.

 

Quindi possono essere catalogati a livelli anche documenti su supporti diversi, se i documenti sono sullo stesso piano e non subordinati uno all’altro (se uno elemento predomina, siamo nel campo degli allegati, v. il par. MD06.7.).

 

Per i legami fra una risorsa a livelli e una collezione, che possono essere effettuati secondo i casi con il livello superiore, o con quello intermedio o quello inferiore, v. il par. MD09.1 e relativi esempi.

 

Per il trattamento dell’Area della descrizione materiale in questo tipo di opere, v. par. MD08.1.6., e per un esempio di pubblicazione mista v. par. MD08.2.

 

 

I livelli di catalogazione riguardano le natura M e W e possono essere al massimo tre.

 

Se ve ne sono di più si compattano normalmente gli ultimi fino ad arrivare ad averne tre (v. par. MD08.3.).

 

Se nel corso degli anni per i singoli volumi della medesima opera cambiano curatore o editori, o luogo di pubblicazione non si fa una nuova descrizione (per il trattamento v. par. MD08.1. passim).

 

Se cambia l’ISBN relativo alla pubblicazione nel suo insieme, non si fa una nuova descrizione, ma si aggiunge il nuovo ISBN.

 

Se cambia il numero dei volumi presenti nelle diverse ristampe non si fa una nuova descrizione.

 

Si fa invece una nuova descrizione se cambia il numero dei livelli.

 

Se nel corso degli anni cambia il titolo e le variazioni sono importanti, si descrive il nuovo titolo e si unisce al primo come sua continuazione con un legame (natura M, codice 4).

 

 

Esempi di documenti da considerare M:

 

*Dal 1300 al 1500                               Il *Cinquecento      
 
*Settembre 1945-ottobre 1948            *1 luglio 2003-4 giugno 2004
 
*Secoli 13.-15.                                   *Art. 137                              
 
*Anno 1952                                        *Canto 21                           
 
*Libro 1 [per i codici e opere classiche con partizione convenzionale]
*Vol. 19. *1964-1968 : Il *centro sinistra ecc. [partizione cronologica accompagnata da un complemento significativo]

 

Esempi di documenti da considerare W:

[solo numero di sequenza]

1. -

1 / responsabilità. -

 

 

[partizione alfabetica]
A-B
1:  A-B

 

Abaco-Astronomia
1:  Abaco-Astronomia

 

Barelli-Bartolotti

1:  Barelli-Bartolotti

 

 

[periodi storici numerici]
1300

1:  1300

 

 

Il 1300

1:  Il 1300

 

 

1870-1970
1: 1870-1970

 

 

N.B.: Un caso eccezionale per quanto riguarda i periodi storici, si trova al par.MD08.3.1.3.: catalogazione a livelli con date come livello intermedio.

 

 

N.B.: Si considera W anche una notizia formata da due titoli, il primo dei quali sia W, ad es. una enciclopedia il cui ultimo volume abbia come titolo W le lettere R-Z ma che comprenda, e sia indicato sul frontespizio, anche un atlante, un indice o una appendice.

 

 

Eccezionalmente per questa parte delle regole riguardante la descrizione, si impostano gli esempi completi, comprese le responsabilità.

 

 

Copyright © CILEA 2009 Home