HomeMONOGRAFIEMD.DESCRIZIONEMD03. ELEMENTI DELLA DESCRIZIONE PARALLELI

MD03. ELEMENTI DELLA DESCRIZIONE PARALLELI

 

 

 

Nella descrizione originale ISBD elementi paralleli si trascrivono nelle rispettive aree separati dal segno di uguale fra due spazi.

 

Nella descrizione SBN deve essere fatta una scelta secondo le regole che seguono.

 

Gli elementi non scelti per la descrizione del documento possono essere oggetto di un legame. In alternativa possono essere oggetto di una nota particolare o generica, oppure possono essere del tutto ignorati se irrilevanti.

 

Si ritiene opportuno collocare in questa posizione le regole relative a tutti gli elementi paralleli, perché la casistica più interessante riguarda l’area del titolo e delle indicazioni di responsabilità, e le norme relative alle altre aree sono collegate con le decisioni prese per la prima area.

 

Si avverte infine che, poiché le regole consentono in alcuni casi, ad es. nell’indicazione parallela di edizione e di luoghi e editori paralleli di optare per l’omissione dell’indicazione parallela e il conseguente uso del segno di uguale fra spazi (che sono detti facoltativi), senza farne menzione neanche in nota, in queste regole si è optato per la scelta più semplice, e quindi senza l’indicazione parallela.

 

Copyright © CILEA 2009 Home