HomeSOGGETTAZIONE (NUOVO SOGGETTARIO)1. Parte Generale1.09. TERMINI COMPOSTI

1.09. TERMINI COMPOSTI

 

 Abbiamo visto che i termini composti possono essere costituiti da un Focus e da uno o più modificatori aggettivali o da modificatori prepositivi.

 

Al par. 1.09.1. si esaminano le aggettivazioni, i casi nei quali sono ammesse e quelli nei quali occorre ricorrere a una diversa impostazione dei termini.

 

Al par. 1.09.2. si esaminano i termini composti dal punto di vista del meccanismo secondo il quale si giudica se un termine che appare composto nell’enunciato di soggetto, in realtà deve essere scomposto in più termini.

 

Qui si vuole dare qualche spiegazione a proposito dell’espressione che si trova nel Thesaurus a fianco di alcuni termini da scomporre, e faccio un esempio:

 

Giurisprudenza di cassazione. Scomposto in: Giurisprudenza, Corte di cassazione

 

Significa che se abbiamo un documento che tratta della giurisprudenza della Corte di cassazione nel suo insieme, concetto chiave è la Corte di cassazione, mentre Giurisprudenza è sua parte/proprietà, quindi:

 

Corte di cassazione – Giurisprudenza

 

Se invece il documento tratta dell’applicazione della giurisprudenza di cassazione a un oggetto particolare, i due termini, Giurisprudenza e Corte di cassazione, collegati da un connettivo, costituiscono un sintagma dove Giurisprudenza svolge il ruolo di elemento transitivo e Cassazione il ruolo di agente:

 

 Licenziamento - Giurisprudenza [della] Corte di cassazione [dell'] Italia (Giurisprudenza è elemento transitivo e Corte di cassazione è agente)

 

Aggiungo un altro esempio esplicativo con tutta una gamma di soluzioni dai casi più semplici a quelli più complessi.

 

Partiamo dal termine apparentemente composto, Sottoprodotti della macellazione: questo deve essere scomposto in Sottoprodotti e Macellazione.

 

Se concetto chiave è la macellazione, questo sarà seguito dalla sua parte/proprietà Sottoprodotti, anche se questi a loro volta sono arricchiti di altri elementi:

 

 

Macellazione – Sottoprodotti

 

 

Macellazione – Sottoprodotti - Igiene (Igiene è parte proprietà dell’insieme costituito dai sottoprodotti della macellazione)

 

 

Macellazione – Sottoprodotti – Trattamento (trattamento è elemento transitivo nei confronti dell’insieme costituito dai sottoprodotti della macellazione)

 

 

Pollame – Macellazione – Sottoprodotti (macellazione è attività,e sottoprodotti è parte/proprietà nei confronti del’linsieme costituito dalla macellazione dei pollame)

 

 

Pollame – Macellazione – Sottoprodotti – Utilizzazione (utilizzazione è ulteriore attività nei confronti dell’insieme costituito dai sottoprodotti della macellazione del pollame)

 

Ma vediamo il seguente enunciato di soggetto: Impiego dei sottoprodotti della macellazione dei suini nella concimazione.  Concetto chiave è la concimazione, impiego è l’elemento transitivo unito in un unico sintagma a mezzo di connettivi con tutto un insieme costituito dai sottoprodotti della macellazione dei suini. Per cui il soggetto andrà strutturato come segue:

 

 

Concimazione – Impiego [dei] Sottoprodotti [della] Macellazione [dei] Suini (Concimazione è concetto chiave, impiego è elemento transitivo, il sintagma che segue è agente)

 

Da quanto precede si vede l’importanza di individuare il concetto chiave attraverso un corretto enunciato di soggetto e successivamente individuare per ciascun termine il relativo ruolo.

 

Copyright © CILEA 2009 Home