HomeLIBRO ANTICOAD. DESCRIZIONEAD09. COLLEZIONI

AD09. COLLEZIONI

 

 

 

 

Valgono le regole del modulo delle monografie moderne, par. MD09., e per la descrizione nel modulo delle pubblicazioni seriali, nel capitolo SC., in particolare il par.  SC1., e per la descrizione par. SC2.

 

Si segnalano qui le uniche particolarità interessanti.

 

Carta d’identità: La collezione avrà nelle qualificazioni tipo data B e recherà la data di inizio se la pubblicazione fornisce una informazione certa su tale data, da mettere anche nella descrizione. Se l’anno di inizio o di conclusione è incerto l’ultima o le ultime due cifre sono sostituite da un punto. Si vedano gli specchietti SC2.01. e SA.APP2. Es.:

 

Collezione iniziata nel 1783 e conclusa nel 1789, date certe o probabili

 

Carta di identità: Tipo data B, data1 1783 data2 1789

 

Area della pubblicazione: 1783-1789 ( se probabile la data finale: 1783-[1789]; se probabile la data iniziale: [1783]-1789)

 

 

 

Collezione iniziata presumibilmente tra il 1810 e il 1815 e conclusa nel 1875, date certe o probabili

 

Carta di identità: Tipo data B, data1 1810 data2 1875

 

Area della pubblicazione: [181.]-1875

 

 

Fonti delle informazioni

Nell’ordine: frontespizio, occhietto, verso del frontespizio, verso dell’occhietto, copertina, dorso, sottoscrizione.

 

Informazioni ricavate da altre parti delle risorse edite nell’ambito della collezione o da fonti esterne, si riportano segnalandone la fonte in nota.

 

Se su un volume non compare l’indicazione della collezione, ma risulta con certezza, da fonti esterne si può collegare ugualmente con la collezione, indicando la fonte in nota (e v.a. par. MD09. del modulo delle monografie moderne).

 

 

Area del titolo e dell’indicazione di responsabilità

Il titolo deve essere inserito così come si trova sulla fonte prescelta, salvo quanto specificato al par. SC2.05.1.7.

 

 

Area della pubblicazione: Per ogni editore deve essere creato un collegamento titolo-autore con codice di responsabilità 4.

 

Se la collezione subisce variazioni nel titolo, si adotta la forma accertata come costante, e per le forme scartate si fanno legami C8D.

 

Per la casistica delle varianti del titolo, si può far riferimento al par. SP4.1. per quanto può essere applicabile ad una collezione.

Le varianti del titolo che compaiono in fonti diverse da quella scelta, devono costituire un elemento di accesso.

 

 

*Compendio della storia universale antica e moderna
Legame C8D con: Compendio della storia universale
(Il titolo della collezione compare nell'occhietto come: "Compendio della storia universale antica e moderna" e nella copertina editoriale come: "Compendio della storia universale") 

 

Area delle note

Si segnalano informazioni sulla collezione relative, ad esempio, alla numerazione, alle variazioni di responsabilità, alle fonti esterne utilizzate per descrivere la collezione ma non vanno date note del tipo “Descrizione basata su …”.

 

. - La numerazione, se presente, appare nell'occhietto
 
. - Il piano della collezione si ricava da: Il terzo libro dell'opere burlesche di m. Francesco Berni ... parte seconda, Leida [i.e. Livorno], 1824, p. 255
 
. - L'indicazione di pubblicazione varia
 
. - La data di inizio si ricava dal catalogo editoriale
 
. - In-12°
(Si segnala il formato per distinguerla da altra collezione con titolo ed editore identici)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © CILEA 2009 Home